Skip to main content

Avvocata giuslavorista con pluriennale esperienza nel contenzioso giudiziale e nell’assistenza stragiudiziale sulle principali tematiche e problematiche connesse al diritto del lavoro e sindacale, è Founder e Partner dello Studio Legale “S.C. Studio Legale 360”.

Dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bologna, svolge la pratica forense dedicandosi principalmente al diritto del lavoro e sindacale, contemporaneamente frequentando il corso di dottorato in Diritto dell’Economia e delle Relazioni Industriali – indirizzo Diritto del Lavoro “Marco Biagi” – presso l’Università degli Studi di Bologna .
Nel giugno 2011 consegue il titolo di “Dottore di ricerca in Diritto del Lavoro e delle Relazioni Industriali”, discutendo una tesi dal titolo “La responsabilità solidale negli appalti. Verso un nuovo paradigma di tutela?”.
Nel gennaio 2012 consegue il titolo di Avvocata presso la Corte d’Appello di Bologna.
Da settembre 2019 fa parte degli Avvocati della Rete AISM.
Da febbraio 2021 collabora con l’Università di Bologna-Facoltà di Giurisprudenza-Dipartimento di Scienze Giuridiche, quale “avvocata clinica” nell’ambito del corso “Legal Clinic”.

E’ socia AGI – Avvocati Giuslavoristi Italiani.

Nello svolgimento della professione forense si è occupata delle principali tematiche del diritto del lavoro (quali ad es. fenomeni di esternalizzazione, trasferimenti d’azienda e di ramo d’azienda; gruppi societari, anche all’estero, appalti e somministrazioni; licenziamenti individuali e collettivi; procedimenti disciplinari; trasferimenti individuali e collettivi; parità di genere, ecc.) e del diritto sindacale (quali ad es.: aspetti sindacali nei processi di ristrutturazione e outsourcing, relazioni sindacali e questioni relative all’interpretazione dei Contratti Collettivi), nonché dello studio delle principali forme contrattuali in materia lavoristica (quali ad es. contratti di lavoro a tempo indeterminato, determinato, part-time, apprendistato, smartworking/lavoro agile e relativi regolamenti aziendali, ecc.).

Ha curato diverse pubblicazioni, tra cui: “Tempestività dell’impugnazione del licenziamento: quale spazio per una soluzione costituzionalmente orientata?”, in Arg. Dir. Lav., 2009, n. 1, pag. 190; “Intervento del Fondo di garanzia nella ipotesi di datore di lavoro non assoggettabile a fallimento: condizioni soggettive, ragioni oggettive e onere della prova”, in Arg. Dir. Lav., 2009, n. 4-5, pag. 1149; “Vizi delle comunicazioni e garanzie procedimentali nei licenziamenti collettivi”, in Arg. Dir. Lav., 2010, n. 2, pag. 500; “Appalto non genuino e somministrazione irregolare nelle Pubbliche Amministrazioni: esclusi dalla regola o inclusi nell’eccezione?”, in Mass. Giur. Lav., 2011, n. 1; “Il procedimento disciplinare: elementi, principi e regole”, in M. Pedrazzoli (a cura di), “Licenziamenti e sanzioni nei rapporti di lavoro“, Cedam, Padova, 2011, pag. 5 e ss.; “Prime (dis) applicazioni della «Riforma Fornero» in una recente ordinanza del Tribunale di Bologna”, in Lav. Giur. 2012; “Quale lavoro femminile al tempo del Covid-19? Ritorno al passato”, in Questione Giustizia trimestrale n. 2/2020; “Quale lavoro femminile al tempo del Covid-19? fase 2: ritorno al passato”, in Questione Giustizia Online; “Quale lavoro femminile al tempo del Covid-19: la «resilienza» salverà le donne?”, in Questione Giustizia Online.